I risguardi

I risguardi (o anche risguardie o fogli di guardia) sono i fogli posti all’inizio ed alla fine del libro, bianchi o stampati, determinati da un quartino, che nella parte incollata alla copertina prende il nome di controguardia risguardia e nella parte libera prende il nome diguardia libera.

Nell’antichità le guardie erano bianche. Solo a decorrere dal 1500 si cominciò ad usare carta colorata per rifinire meglio l’interno della copertina e mascherare i rimbocchi del rivestimento e le tracce di colla. Successivamente per  uniformare esteticamente il lavoro anche per la guardia libera venne utilizzata carta decorata. La decorazione spesso era realizzata con processo di marmorizzazione.

 Per i risguardi il senso di fibra consigliato è parallelo al dorso del libro; la grammatura della carta consigliata è compresa tra i 140 e i 170 grammi. Sulla prima e l'ultima pagina del blocco libro va prevista una riserva di stampa (assenza di inchiostro e/o vernice) per l'imbavatura dei risguardi. (fonte: Standard di Legatoria TAGA:DOC:10)

Imag è dotata di un gruppo di applicazione dei risguardi direttamente sulla macchina brossuratrice, che realizza l’operazione di imbavatura dei risguardi in uno con la fase di indorsatura dei volumi.

richiedi informazioni richiedi preventivo